Facciamo in modo che tutti possano avere voce

31 Ott Facciamo in modo che tutti possano avere voce

“Alcuni sentono la loro voce interiore con grande chiarezza e vivono seguendo ciò che ascoltano, queste persone diventano pazze o diventano leggenda”
Jim Harrison

Esistono persone che non hanno voce e non ce l’avranno mai una voce,

ed esiste un cielo stellato anche quando crediamo che la notte sia buia,

Facciamo in modo che tutti possano vedere la stelle, ed avere voce.

Voci di corridoio

Non ho voglia di sognare,
non ho ali per volare,
non voglio nuvole di ovatta,
voglio solo la mia strada
la cerco
e voglio percorrerla tutta,
sentire la terra fredda sotto i miei piedi nudi
e sentire il profumo di un’alba di primavera questa notte,
ho freddo,
ma non ho paura,
voglio provare i brividi,
voglio assaporare la pioggia,
e sentire la grandine che scuote l’ipocrisia di quelle finestre,
di persone che non conosco e credono di conoscere la mia storia,
bocche che sconosciute che si aprono ed infrangono questo silenzio divino,
io non voglio solo restare qui,
voglio camminare ancora,
perché non esistono segreti stanotte,
è solo mia questa notte,
io la inseguo e la rincorro,
mentre la gente parla,
Invano,
ed io non la ascolto più,
sento solo me stessa adesso.

Clelia Moscariello “Battiti”- Le Mezzelane

 

“Esiste più di un genere di libertà, diceva Zia Lydia. La libertà di e la libertà da. Nei tempi dell’anarchia, c’era la libertà di. Adesso vi viene data la libertà da. Non sottovalutatelo.

… Ho avuto in dono la voce. Questo è quanto diceva la gente. Ho coltivato la mia voce, perché sarebbe stato un peccato sprecare un simile talento.” (Margaret Atwood)

Ho scelto di non piacere a tutti.
Dei crismi borghesi, delle acque chete, delle occasioni formali me ne sbatto letteralmente. Sono consapevole che sono delle recite, e mi comporto da brava attrice.
La vita è altro, e direi, aggiungerei, fortunatamente!
La vita reale è la possibilità e la libertà di scegliere ogni giorno con chi condividere, e di mandare anche a quel paese chi non ti rispetta.
Chi giudica è un fallito inconsapevole, e questo lo ho imparato.
Se imparassero tutti ad accettare le persone, invece di giudicarle, non esisterebbero ghettizzazioni.
Non esisterebbero casi umani se la gente si limitasse ad ascoltare, ed a comprendere.
Ho scelto di fottermene, parliamoci chiaramente, delle apparenze che non amo, e di di dare importanza nella vita, solo a chi me ne da, ed a chi ne voglio dare.
Le voci di corridoio le considero miei followeers.
Quando moriremo, se esiste un Paradiso, non ci chiederanno se siamo piaciuti, ma se la nostra vita ci è piaciuta.
Le persone parlano comunque, anche se non fai nulla, quindi tanto vale che impari ad essere come sei.
Evviva la diversità…

Impariamo ad ascoltare.

Buongiorno e Buona vita a tutti.

 

 

Post suggeriti

Condividi
Nessun commento

Posta un commento