Eva e dintorni. I sensi di colpa. Parliamone.

10 Ott Eva e dintorni. I sensi di colpa. Parliamone.

Eva

Mi dispiace se non ho più sensi di colpa e non

 

coltivo la tua pianta di negatività

 

Ma proprio non riesco ad annaffiare il tuo

 

malessere

 

Mi dispiace se hai smesso di ammirare la

 

bellezza di un arcobaleno

 

Ma è quello che io cerco ogni giorno per

 

migliorare la mia vita.

 

E continuerò a cercarlo anche se la cosa ti

 

infastidisce,

 

Non mi dispiace più non piacere a te.

 

A te che fai la guerra ogni giorno a qualcuno

 

Per sentirti allenata,

 

Mi dispiace se mi sento migliore di te

 

E sto abbandonando il mio peccato originale.

 

Addio cara “Eva”

 

(Clelia Moscariello “Battiti”- Le Mezzelane)

 

Credo in tante cose nella vita, ma non credo nei sensi di colpa.Non ho abbandonato te, ma il mio senso di colpa perenne.

 

Quando vi dicono che le persone non cambiano, vi raccontano una bugia.

Le persone cambiano eccome, per amore, o quando l’amore non c’è più.

Personalmente sono cambiata sia un senso che nell’altro.

Sono cambiata per amore.

Ma me ne sono andata quando non c’era più amore.

E soprattutto quando c’era invece solo astio, dipendenza, manipolazione.

E non riesco nemmeno a sentirmi più in colpa nei confronti di chi non amo più, perché mi sono trovata ad un bivio, e sono stata costretta a scegliere ad un certo punto tra l’amore per me stessa, ed i continui compromessi che accettavo per’ andare d’accordo con qualcuno.

Quando tirate troppo la corda, molti dimenticano che quella corda prima o poi si spezza.  Pensano sia un elastico che si tende all’infinito.

Ecco…

Non trattate le persone come elastici, se ci tenete, perché se sono sane, quelle stesse persone prima o poi se ne vanno e non provano più nulla per voi.

Come dice Vasco Rossi “ forse alla fine di questa triste storia qualcuno troverà il coraggio per cancellare i sensi di colpa e cancellarli da questo viaggio, per vivere davvero ogni momento con ogni suo turbamento e come se fosse l’ultimo.

 

( …)

 

Sally cammina per le strada, ormai è sera ed un pensiero le passa per la testa, “forse alla fine non è dato tutto perso. Forse era giusto così, forse ma forse ma si”.

 

Buongiorno, Buon mercoledì e soprattutto Buona vita.

 

Post suggeriti

Condividi
Nessun commento

Posta un commento